3a Sagra del Casaro

La 3a Sagra del Casaro si è conclusa domenica 6 ottobre 2013. Anche se la pioggia ha fatto da sfondo a questa manifestazione, l'allegria e l'entusiamo di coloro che hanno partecipato, non sono mancati. L’importante evento del territorio silano che si è posto come obiettivo principale quello di valorizzare i prodotti  locali, è stato anche un’occasione per far conoscere le tradizioni culturali del luogo. Rulli di tamburi, gruppi folk e spettacoli, hanno fatto da cornice alle decine di stand allestiti nei giorni della Sagra. All’interno di questi ultimi si diffondevano i profumi  delle pietanze delle tipicità locali, pronte per essere gustate! La Nuova Pro Loco, nonostante le condizioni atmosferiche, è soddisfatta della riuscita della 3a Sagra del Casaro..e vi da appuntamento per la Sagra Fungo, che si svolgerà nei giorni 11-12-13 ottobre 2013.

A tutti va un nostro ringraziamento!

 

Con la bella giornata e tanta, tantissima gente si è conclusa a Camigliatello Silano la seconda edizione della “Sagra del Casaro”organizzata dalla Nuova Pro Loco Camigliatello nel contesto del programma  “Stagioni silane”

Tanti anche i prodotti tipici presenti nei vari stand dove ovviamente la parte principale è stata quella riservata  ai formaggi.

Cervus elaphus, nome scentifico, è un ungulato di grandi dimensioni, appartenente all'ordine degli artiodattili, al sottordine dei ruminanti e alla famiglia dei cervidi. E'infatti un mammifero munito di zoccoli a dita pari, con lo stomaco suddiviso in 4 camere: rumine, reticolo, omaso e abomaso in cui avviene la particolare digestione dei ruminanti. Come tutti i cervidi attuali, il maschio è munito di palchi, appendici frontali di tessuto osseo, molto imponenti a sviluppo completo, che cadono e si rinnovano annualmente. Il cranio è allungato con mascella superiore dotata di canini rudimentali. La corporatura del cervo, in genere maestosa e imponente, presenta uno spiccato dimorfismo sessuale. L'altezza al garrese dei maschi arriva fino a 1,30 m mentre nelle femmine si aggira attorno a 1,10m; il peso in media è di circa 220 kg nei maschi, mentre nelle femmine si aggira attorno ai 120 kg. Il mantello del piccolo è marrone scuro con macchie bianche lungo i fianchi che tendono a scomparire a tre mesi di vita, mentre negli adulti assume una colorazione bruno-rossastra in estate e grigio-brunastra in inverno. Il petto, il ventre e il lato intero delle zampe sono di pelo biancastro; nel periodo degli amori l'inguine e il ventre dei maschi appaiono scuri per l'ossidazione di ferormoni contenuti nell'urina. La muta avviene in due periodi dell'anno: in primavera e in autunno. La parte posteriore è di color arancio, compresa la coda lunga circa 14cm. Il maschio adulto è caratterizzato dalla presenza del palco, costituito da due stanghe caduche poggianti sugli steli, peduncoli che sorgono dall'osso frontale. Il palco può raggiungere anche la lunghezza di 1m a ciascuna stanga può presentare fino a 8-10 punte. Oltre al palco, caratteristica dei maschi è la presenza di una folta criniera golare, molto sviluppata durante la stagione produttiva. Il cervo è specie molto adattabile, in grado di vivere in ambienti assai diversificati. E' presente principalmente in ambienti di boschi aperti di alto fusto, inframmezzati a radure e pascoli. In Italia frequenta di preferenza i boschi di latifoglie o misti con aree aperte ai margini, zone di rifugio interne e aree di alimentazione (tratti boscati giovani o con ricco sottobosco), ma si trova anche nelle foreste di conifere e nelle boscaglie ripariali dei corsi d'acqua.

scarica
la locandina

______________________________________________

 

 

scarica regolamento

 

scarica modulo iscrizione

_________________________________________________

Joomla templates by a4joomla